• cosa facciamo
  • cosa facciamo
  • 01
  • 02
/ 02

Puoi rimeDiArE

Ogni anno in Italia perdono la vita più di 50.000 persone a causa dell’arresto cardiaco improvviso, circa 140 vittime al giorno, 1 ogni 10 minuti.
Nell’85% dei casi l’arresto è causato da fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare, aritmie sulle quali si può intervenire attraverso la defibrillazione cardiaca precoce, possibile attraverso un uso tempestivo del DAE (Defibrillatore semiAutomatico Esterno).
A seguito della diffusione di apparecchi DAE sul territorio e la formazione di un numero sempre maggiore di cittadini alle manovre salvavita, il tasso di sopravvivenza, in caso di arresto cardiaco, può passare da meno del 5% a circa il 50% se la defibrillazione viene effettuata entro i primi 5 minuti (dati Ministero della Salute).

A fronte di tali dati, nell’ottobre 2015 l’Associazione ha avviato il progetto “puoi rimeDiArE” con l’obiettivo di:

Culla per la Vita

Le “Culle per la Vita” nascono nel 1993 da un’iniziativa del Movimento per la Vita Italiano al fine di limitare i casi di neonati abbandonati nei cassonetti o per strada e gli effetti spesso tragici che tali situazioni comportano.

Le Culle, circa 50 sul territorio italiano, sono strutture concepite per permettere alle mamme in difficoltà di lasciare i loro neonati nel completo anonimato e in assoluta sicurezza per i piccoli, per evitare gesti estremi di rifiuto, senza violare la legge italiana. Si trovano in un ambiente protetto affacciato sulla strada e sono dotate di porte automatiche e sistemi di allarme, che si attivano dopo che la porta della culla viene richiusa.

Leggi tutto